eFinancialCareers
Need to know: Unhappy bankersStrange jobsGoldman dress code

Neolaureati, dove e come cercare

©istockphoto/YinYang

©istockphoto/YinYang

Con uno scenario economico, e conseguentemente occupazionale, più che preoccupante, ci si interroga su quali possano essere le prospettive di lavoro nei servizi finanziari per i neolaureati. Gia le banche italiane hanno recentemente certificato il calo generale degli organici intorno all’1% nell’arco dell’anno passato. Il dato più preoccupante però arriva dalla constatazione che, sebbene “in un contesto generale particolarmente critico, come industria bisogna continuare ad accrescere efficienza e dare prospettive di redditività – si legge in una nota Abi – L’azione di controllo e razionalizzazione dei costi, anche del personale, resta fondamentale”.

Le prospettive per un ingresso stabile nel mondo del lavoro, quindi, sembrano rimanere piuttosto esili sul fronte banche, le quali sottolineano ancora che nel futuro non si può evitare “una equilibrata combinazione di moderazione salariale e acquisizione di nuove flessibilità, sia all’ingresso dei giovani che nella gestione della prestazione di lavoro”. E non sembrano poter migliorare più di tanto la situazione le annunciate proposte del governo in termini di sgravi fiscali per le assunzioni di giovani e donne, almeno fin tanto che non vi sia certezza normativa al riguardo.

Non volendo rinunciare a una carriera nei servizi finanziari

Allora, in quali settori cercare e come muoversi?

Innanzitutto, dobbiamo constatare che l’ambito della finanza d’impresa continua a offrire le più ampie offerte di lavoro. L’esigenza sempre più pressante di presentare conti in ordine, spinge le ricerche di specialisti della contabilità e amministrazione su tutti i livelli, compresi quelli di ingresso: “la specializzazione che nuove normative richiedono sta spostando il peso verso i laureati cui è richiesta però un percorso accademico eccellente e concluso con rapidità”, spiega il responsabile area amministrazione di una nota società di ricerca e selezione.

Un altro ambito su cui puntare con sicurezza di poter fare centro, se dotati del giusto profilo, rimane il risk management. Qui, le prospettive sono interessanti con diversi recruiter che segnalano addirittura un rapporto relativamente favorevole al candidato in termini numerici, ma tutti i recruiter ribadiscono che è inutile candidarsi se non si ha una specificità nel proprio curriculum che giustifichi il proporsi per ruoli nell’ambito risk.

Come fare

Per i neolaureati, con poca esperienza professionale alle spalle, non sempre è facile proporsi nel modo migliore, ma una attenta esposizione delle proprie caratteristiche e attitudini è il percorso che si deve seguire. “Nel candidarsi è bene ricordare che il datore di lavoro cerca sempre di capire la motivazione e l’interesse della persona verso la posizione in questione”, consiglia Davide Scialpi, esperto di branding personale e aziendale. Nel redigere la propria candidatura fate attenzione a dare sinteticamente quelle tracce che in tal senso vi potranno far emergere durante la selezione dei curricula: tracce che però dovrete essere in grado di sviluppare e ampliare a un eventuale colloquio.

Comments

comments

The Career Guide

Careers in Financial Markets
The graduate guide to finding work in the financial sector »

Share this article
Read next
We understand that RBS’s conference call to its equities business yesterday wasn’t entirely reassuring