eFinancialCareers

Le imprese italiane investono poco sul personale

I principali ostacoli per l’attuazione di questi progetti vengono dalla carenza di risorse finanziarie (nel 23% dei casi) e di personale (18%).

È quel che emerge da una ricerca condotta a livello internazionale dalla società di head hunting Robert Half Finance & Accounting, che ha intervistato 2.500 manager (di cui 150 italiani).

L’indagine evidenzia – si legge in una nota – come, oltre alle difficoltà finanziarie, sia spesso il fattore umano a frenare il cambiamento: il 18% del campione lamenta organici sottodimensionati, un altro 17% dichiara di non disporre di professionalità specialistiche adeguate e il 13% uno scarso “commitment” aziendale.

Secondo Claudio Banegas Buzzone, responsabile Robert Half Finance & Accounting Italia, “parlare di progetti di miglioramento significa abbracciare un campo molto vasto che coinvolge tutti i processi aziendali: è però interessante osservare come i due principali ostacoli emersi dalla ricerca siano strettamente legati tra loro. Spesso, infatti, la carenza di personale qualificato è figlia di una scarsa disponibilità o propensione all’utilizzo di risorse finanziarie. Purtroppo, ancora oggi alcune aziende percepiscono l’assunzione di professionisti specializzati più come un costo che non come un investimento”.

Commenti (5)

Comments
  1. Purtroppo è vero, si segue solo una politica dei costi e non d’investimento nelle risorse umane . Inoltre se anche una persona vuole imparare a lavorare in settori nuovi , purtroppo le organizzazioni aziendali non sono pronte e non hanno tempo.
    Le risorse potenziali non sono viste di buon occhio, e inoltre è meno costoso cedere un ramo d’azienda, che investire nel miglioramento della stessa. Addiritture alcune società vengono cedute in blocco in quanto è meglio aver fatto utili ed averli intascati che reinvestirli nel lavoro e nella qualità dello stesso. Le imprese aprono e chiudono nel giro di poco tempo : non ci sono + uomini d’impresa, uomini che fanno la storia di un brand , che crescono nell’azienda sia sotto il profilo orizzontale che verticale.
    Tutto ciò è frutto di un capitalismo malato, incapace di trovare soluzioni nel potenziale inespresso di tanti talenti in giro disoccupati o a tempo.
    Grazie

  2. Secondo me il fattore frenante l’impiego di professionisti nelle aziende è spesso l’alto costo delle retribuzioni che essi richiedono; gli esempi dei grandi manager di stato sono in questo senso significativi; bisognerebbe forse calmierare certe pretese esorbitanti e dare più spazio alle giovani risorse.

  3. Si non posso che confermare; l’azienda italiana pone scarsa attenzione sulla valorizzazione delle risorse umane e conseguentemente non ci si muove verso una strategia di monitoraggio delle competenze possedute rispetto a quelle necessarie.

  4. è un vero peccato! A volte le aziende spendono soldi su soldi per iniziative onerose e arricchiscono aziende esterne ma non prendono in considerazione minimamente il proprio personale dipendente! se c’è da spendere 1 euro lo buttano all’esterno. Oramai è troppo diffusa la mentalità del TAGLIAMO I COSTI DEL PERSONALE!

  5. Pensate un pò…, a me non assumono nemmeno in mobilità, forse perchè straniera????? Credo non si parli solo del taglio costi personale, perchè tanto ci pagano poco o niente…Mi viene chiesto se sono sposata, se ho figli, quanti anni ho e poi.., le mie esperienze e se sono disponibile anche full-time. Non sono sposata, non ho figli, ho più di 23 anni e anche sopra i 35, sono disponibile anche full-time, sono in mobilità, e nonostante ciò viene assunta: sposata, con figli, anni 40, senza molta eperienza, perchè ha cresciuto due figli, ma part-time…Interessante, dovete tutellare le Vostre donne giustamente(anche se non lo fate un granchè comunque..)e le straniere devono saper stare a loro posto?? Mi mantengo da sola e da molto tempo con 900-1000 euro e sono in mobilità da circa sei mesi….eh si… è un vero peccato!

Reagire

Screen Name

Required

Email

Please enter a valid email address

Consult our community guidelines here

Raccontaci le tue notizie

Contattate l'editorecon vostro feedback, notizie, consigli o argomenti.

Raccontaci le tue notizie

Please fill out the following form:
First Name:

Last Name:

Email:

Your Story:


Thank you. Will contact you shortly.
A server error occurred. Please try